Il Creatore (Sett.2017 con Edizioni Il Ciliegio)

Ambientato nella nostra epoca, il Creatore è un crime/psycho – thriller provocatorio che illumina

da un’inaspettata angolatura le automatiche convinzioni che la società porta ognuno di noi a voler credere.

Il racconto ruota intorno ad una ragazzina di tredici anni di nome Caroline e alla madre, Noemi , investigatrice privata. Entrambe sottratte dall’amore della famiglia lo stesso giorno.
Un paio di settimane prima, Noemi, essendo madre ed al tempo stesso detective, prende a cuore le numerose scomparse di bambine tra i sei e i tredici anni che avvengono in quel periodo ed in particolare il ritrovamento di una di loro di nome Emily, anni otto. Intraprende autonomamente un’indagine per scoprire chi sia l’assassino. L’unico indizio in suo possesso è una sigla in un foglietto rinvenuto all’interno della bocca di Emily. Una pericolosa ricerca nelle case dei sospettati, porte abilmente scassinate, ritrovamenti schiaccianti, la porteranno ad un susseguirsi di colpi di scena e situazioni surreali. Il Killer sottovaluterà l’astuzia della donna al punto di credere d’averla in pugno. Si convincerà di aver sotto controllo ogni suo singolo passo e sarà convinto di aver scoccato la freccia decisiva ponendo la prova cruciale che unisce lui alla fanciulla in una delle case dei tre sospettati che lei sta tenendo sott’occhio, pilotando così le indagini della detective dove lui vuole che vadano. Noemi saprà solo alla fine delle indagini chi sia realmente l’assassino. Si troveranno uno di fronte all’altro. Lo schock di quel viso, mai rientrato nella lista dei sospettati, la porterà ad un gesto mentre il criminale sfrutterà tutte le sue doti da abile manipolatore.

L’adolescente Caroline, dopo un sanguinante inseguimento, sarà rapita a casa sua e portata nel covo del serial-killer ma grazie ad una piccola disattenzione riuscirà a scappare rifugiandosi all’interno di un anfratto di un caseggiato per quattro giorni. Tre lunghe nottate dove tenterà di salvare una bambina, Kayla, di sette anni. La più piccola tra le bambine. Avrà modo di comunicare con le altre sue coetanee e con una in particolare, Angelica, stabilirà un rapporto profondo. Diventerà il suo punto di riferimento. Piangerà con lei, si confiderà e assisterà, nascosta in un angolo, alle torture psicologiche e alle sevizie inflitte ad Angelica, soffrendo silenziosamente insieme a lei.  E’ una continua fuga alla ricerca della libertà. Incontrerà pericoli, ostacoli e vedrà con i propri occhi tutto ciò che una ragazzina di tredici anni non dovrebbe mai vedere. Comunicherà con le vittime e tenterà ripetutamente di fuggire. Si vivrà un’intensa relazione tra lei e Kayla sino a quando, al quarto giorno, dopo la morte della piccola, Caroline inizierà la sua faticosa e pericolosa fuga che la porterà finalmente alla salvezza. Nel frattempo la polizia continuerà la ricerca della madre. Un’incalzante terapia ipnotica su Caroline farà nascere la speranza di risolvere i casi e di trovare l’uomo ed il suo covo, ma nel corso della terapia stessa nasceranno delle contraddizioni ed inevitabilmente si rimetterà tutto in gioco. L’FBI e la polizia, in mancanza di indizi rivelatori, vagherà nell’oscurità alla ricerca di Noemi e un disarmante numero di innocenti corpi verrà fatto rinvenire quasi quotidianamente. Relazioni amorose inaccessibili, profonde amicizie che si sgretoleranno come una maschera d’argilla sul viso, rapporti familiari ambigui. La vita di un serial-killer, metodico e ben organizzato, con una mente ben strutturata che cavalca l’onda dei falli delle Autorità, gratificando e rinforzando il proprio ego ad ogni crimine. Il suo aiutante Matthew, un’anima debole ed al tempo stesso ricca di rabbia. Un personaggio di nome Lewis che solo alla fine del libro si scoprirà chi sia realmente e quale sia il suo vero obiettivo. Vi sarà Ryan Perez, capo dell’unità FBI di Manhattan violenza sui minori, che seguirà i crimini delle fanciulle. Il distretto di polizia con a capo Nick Bhorn, amico d’infanzia di Ryan, che indagherà sulla scomparsa di Noemi. Un’insistenza ricerca del serial-killer con indagini, sequestri di oggetti, potenziali sospettati e perquisizioni con un susseguirsi di scene del crimine che fino a metà libro sembrerebbero non aver alcun comune denominatore. Il nemico peggiore per le Autorità oltre al serial-killer sarà il tempo.

Il libro è ambientato a New York, nella fattispecie si inizia nel Bear Mountain State Park, continuando tra le strade della Grande Mela sino al Dipartimento dell’FBI in centro a Manhattan ed al distretto di polizia di New York per poi giungere alla casa di Caroline e successivamente al covo del serial-killer e del suo aiutante e concludersi nelle ultime pagine all’incantevole Pont Marie. Il secondo ponte più vecchio di Parigi.

ENGLISH

SYNOPSIS of the book “ Il Creatore “

The Creator is a provocative crime thriller, which is set in current day New York City.  A new light is being shined on the automatic convictions that society leads each of us to believe what they want us to believe.

The story revolves around a thirteen-year-old girl named Caroline and her mother Noemi, a private investigator, both of whom are abducted on the same day.  But by whom?  Could it be the same person?  As both a mother and a detective, Noemi takes to heart the numerous disappearances of girls between the ages of 6 and 13 occurring at the time, especially an 8 year-old named Emily whose body has just been found.  She begins an investigation on her own to find the killer. The only clue she has is a seal on a piece of paper that was found in Emily’s mouth.  She researches her case dangerously, breaking into the suspects’ homes and making crushing discoveries, all of which bring her to a succession of surreal situations and a dramatic turn of events.

The killer underestimates the astuteness of this woman and believes that he has the situation under control. He deceives her from the very beginning, placing the decisive proof that links him to Emily in one of the suspects’ houses that Noemi is keeping under surveillance. He pilots the detective’s inquiries in the direction he wants them to go.  He will artfully fool the authorities and profit by his talents as an expert manipulator.

Thirteen year-old Caroline will be kidnapped from her home after a bloody pursuit and brought to the killer’s lair, but thanks to a mistake she manages to escape his grip and finds refuge in the eaves of the tenement for four days.  She spends three long nights in hiding, meeting other kidnapped girls. She tries to save seven year-old Kayla and manages to communicate with another named Angelica, who she bonds with.  She becomes her reference point. They cry together, confide in each other and Caroline witnesses the physical and psychological torture Angelica has been through, suffering silently with her.  She is desperate for freedom. In her attempts to escape she encounters dangerous obstacles and sees things a thirteen year-old girl should never, ever see. Kayla dies in her arms on the fourth day and she flees, risking her life until she finally escapes.

In the meantime the police continue their search for Caroline’s mother Noemi.

Intensive hypnotic therapy sessions with Caroline invoke hope in finding the man who kidnapped her, but contradictions appear in her accounts and progress is thwarted. The FBI and the police have few clues on Noemi but a disturbing number of little girls’ bodies are turning up, almost one a day.

Intertwined in the story are old friendships, ambiguous family relationships and an inaccessible love story.

The methodic, well organized life of a serial killer with a well-structured mind, who rides the waves of the Authorities’ mistakes, gratifying and reinforcing his ego with every crime.  His assistant Matthew: a lost, weak individual seething with anger.

A person named Lewis whose real identity and true objectives are only discovered at the end of the book.

Ryan Perez, head of the FBI unit Violent Crimes Against Children is following the case, with Precinct Captain and old friend Nick Bhorn following Noemi’s case.

The insistent search for the serial-killer proceeds through clues, seized objects, potential suspects, searches and succession of crime scenes that at first don’t seem to have any common denominator.

The book is set in New York, beginning at Bear Mountain State Park and continuing on the streets of Manhattan, in the FBI and Police offices, at Caroline’s house and in the serial killer’s hideout, ending on the last pages at Paris’s second oldest bridge, Pont Marie.